CBD Vape & CBD Liquid



L’avvento nel mondo occidentale della sigaretta elettronica ha avuto negli ultimi 10 anni un impatto enorme, tanto da contare oltre 40 milioni di utilizzatori solamente in Europa. Tale processo di evoluzione non poteva che non allargarsi al campo del CBD portandolo ad una crescita esponenziale della sua diffusione in tutto il mondo. Il cannabidiolo, è un composto estraibile dalla canapa industriale che viene trasformato in diverse formulazioni per il consumo tra cui troviamo i super diffusi gli E-Liquid.


Il rilassamento della mente e l'equilibrio mentale sono importanti quanto la cura della salute fisica. Oggi è possibile raggiungere tali stati emotivi e fisici anche attraverso gli effetti calmanti del CBD puramente naturale. In questo caso, il CBD nella versione E-Liquid rappresenta un modo di consegna estremamente efficiente e veloce diventando uno dei metodi più efficaci e popolari per il consumo di CBD. La vaporizzazione rappresenta quindi il modo più semplice e veloce per far entrare il CBD nel corpo, aiutando i consumatori ad evitare la biodisponibilità del farmaco, che è inevitabile con altri metodi come il fumo.



I prodotti al CBD destinati allo mondo dello svapo tuttavia sono molteplici e tutti diversi tra di loro. Ecco perché attraverso questo nostro articolo spiegheremo le principali differenze, compresi i suoi benefici, per aiutarvi a scegliere il prodotto che meglio si adatta alle vostre esigenze fisiche.


Gli oli di CBD esistono in varie forme, tra cui l’olio di CBD, gli e-liquidi di CBD e l’olio di resina di cannabis. Tutte e tre le forme sono create in diversi stati di viscosità. L’olio di CBD, proprio come la maggior parte degli oli vegetali, contiene trigliceridi che producono sottoprodotti scadenti quando bruciati o vaporizzati. Pertanto, non si dovrebbe cercare di usare l’olio di CBD per svapare; farlo danneggerà le vostre sigarette elettroniche e ancora peggio, potrebbe causare danni alla vostra salute.


I liquidi al CBD per sigarette elettroniche, sono progettati unicamente per lo svapo. Risultano meno viscosi grazie a un agente diluente, infatti, sono costituiti da una miscela di glicole propilenico e glicerina vegetale, che vaporizza facilmente se bruciata a basse temperature.



La differenza sostanziale quindi sta nel solvente di base: se nel primo caso troviamo glicole propilenico, glicerina vegetale e aromi, per quanto riguarda l’olio CBD abbiamo una base di olio vegetale nel quale viene disciolto il cannabidiolo, come ad esempio quello di cocco nell’olio CBD Sensitiva.


Per quanto riguarda l’olio di CBD, l’estrazione del cannabinoide dalla pianta di marijuana legale può avvenire in vari modi:

  • CO2 supercritical

  • Spremitura a freddo

  • Infiltrazione di oli vegetali nelle infiorescenze di erba light

Nel primo caso non vi sarà alcuna traccia di THC, mentre nelle altre modalità potrebbe permanere qualche percentuale minima nel prodotto finito, in ogni caso rimanendo sotto la soglia tollerata dalla legge (0,6%). I due prodotti sono destinati ad utilizzi totalmente differenti: gli e-liquid al CBD nascono per la vaporizzazione, mentre l’olio di CBD per l’aromaterapia e i massaggi del corpo.


Dovresti assolutamente evitare di inserire l’olio CBD in una sigaretta elettronica, in quanto potrebbe rovinare il dispositivo o, se inalato, compromettere la tua salute. Se proprio vuoi farlo, utilizza gli appositi e-liquid senza addizionare nicotina.



Ci sono due tipi di sigarette elettroniche che consigliamo di considerare per l’uso con i liquidi al CBD:


E-Cig Pen